EDUCARE SENZA CONFINI NELLE SCUOLE

Educare Senza Confini ha lo scopo di accrescere la sensibilità e la conoscenza degli studenti riguardo il fenomeno migratorio.

Compila il modulo per realizzare il tuo ordine di acquisto.
Ricorda che ai fini della fatturazione è importante indicare i dati anagrafici di chi effettua il pagamento.

    Quante copie del libro desideri acquistare?

    Voglio effettuare l'acquisto per:
    Il totale del tuo ordine è



    Test Anti-spam

    Ordine inviato con successo!

    Grazie! Cliccando Invia hai concluso il tuo ordine d'acquisto: Riceverai una mail con le tue risposte e le indicazioni per effettuare il pagamento e completare l'acquisto. Ti spediremo il tuo ordine appena ricevuto il pagamento.

    Se non lo hai già fatto, seguici su Facebook per sapere le ultime novità!

    Se non dovessi ricevere la mail di conferma, ricordati di controllare la cartella "Spam"!

    Per presentare il progetto presso il proprio istituto è possibile avvalersi di una presentazione Power Point sul progetto (scaricabile qui) e dei seguenti allegati:

    • La Scheda Sintetica di presentazione del progetto Educare Senza Confini, scaricabile qui. La scheda racchiude le principali informazioni relative al progetto, ovvero obiettivi, destinatari, svolgimento, costi e procedure di adesione.
    • Il CV di Sophia, scaricabile qui. Il CV raccoglie i principali progetti e risultati conseguiti da Sophia in ambito formativo.
    • L’elenco degli istituti che hanno già aderito al progetto.

      I materiali sopra indicati, in virtù della loro semplicità e brevità, sono pensati per favorire una rapida comprensione del progetto e di Sophia.

      Educare Senza Confini è un progetto di Sophia che ha lo scopo di accrescere la conoscenza del fenomeno migratorio in studenti di età compresa fra i 12 e i 19 anni.

      Il progetto, che dal 2014 ha coinvolto, solo in Italia, 9.000 studenti di 100 istituti, è guidato dalla metodologia proprietaria “Information and Knowledge For Change”, la cui efficacia nel provocare cambiamenti nella conoscenza e nella percezione del fenomeno migratorio fra gli studenti è stata dimostrata da uno studio universitario condotto su un campione di oltre 2.000 studenti italiani.

      Educare Senza Confini prevede: 

      • la lettura, da parte degli studenti, del libro “Là non morirai di fame”, che racconta la storia di integrazione in Italia di un migrante del Bangladesh,
      • lo svolgimento di due incontri da due ore ciascuno, in presenza a scuola o a distanza in DAD. In uno dei due incontri, il protagonista del libro risponde alle domande e alle curiosità degli studenti; nell’altro, un formatore esperto di Sophia tiene un laboratorio sui principali dati aggiornati relativi al fenomeno migratorio mondiale, europeo e italiano.

      Il progetto è rivolto a tutte le scuole secondarie di primo e di secondo grado in Italia, pubbliche e/o private.
      Per maggiori informazioni, contatta la segreteria di progetto attraverso uno dei seguenti canali:

      Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
      Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

      + 12.000

      studenti formati

      +15

      migranti coinvolti

      Il percorso educativo:
      un libro, due incontri, tre punti di vista sulla migrazione

      LETTURA DEL LIBRO “LA’ NON MORIRAI DI FAME”

      Lo studente completa la lettura della storia di un migrante prima degli incontri, per approcciare, con il suo passo, alla tematica della migrazione.

      INCONTRO CON L’AUTORE MIGRANTE

      Gli studenti pongono domande e curiosità al protagonista del libro che approfondisce insieme a loro gli aspetti più emozionanti della sua storia.

      LABORATORIO SULLA MIGRAZIONE

      Gli studenti apprendono i principali dati numerici, sociologici e legali del fenomeno migratorio per sviluppare un’attitudine al pensiero critico.
      Là non morirai di fame
      13

      Gratuità e costi del progetto

      Educare Senza Confini è gratuito grazie al sostegno di enti pubblici e privati come Fondazione Migrantes.

      Il libro Là non morirai di fame, parte del percorso educativo, va acquistato da ogni studente e ha un prezzo di euro 13,00 + costo di spedizione.

      Il ritiro presso la sede di Sophia è gratuito,
      La consegna del libro a casa ha un costo variabile a seconda della zona di consegna, da sommare al prezzo del libro al momento del pagamento.
      Nello specifico:
      • 2,50 euro per la spedizione a Roma.
      • 3 euro per la spedizione nel Lazio.
      • 4 euro per la spedizione nel resto d’Italia.

      Per ordini pari o superiori ai 3 libri, la spedizione è sempre gratuita.


      Come realizzare il progetto per le proprie classi

      Il docente interessato alla realizzazione di Educare Senza Confini comunica la sua intenzione alla Segreteria di Progetto, attraverso:

      Telefono: 06 504 2489/331 757 7612
      Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

      Il progetto viene avviato con l’ordine di acquisto del libro, che può pervenire dall’istituto, dal docente per conto della classe, da un rappresentante di classe per conto della classe o dal genitore dell’alunno per ogni alunno.

      Per offrire un supporto al docente nella presentazione di Educare Senza Confini al proprio istituto, Sophia ha preparato una bozza di presentazione Power Point che il docente potrà personalizzare. La presentazione illustra gli obiettivi, i contenuti, lo svolgimento del progetto e i benefici attesi. Inoltre sono disponibili alcune informazioni chiave sul progetto e sulla Cooperativa Sophia: una Scheda Sintetica del progetto e il CV di Sophia.

      Infine, Sophia mette a disposizione del docente la lista dei 120 istituti che hanno già realizzato il progetto Educare Senza Confini.

      Caratteristiche degli Incontri

      Gli incontri con gli studenti vengono organizzati da Sophia, si possono svolgere in presenza presso l’istituto oppure online, in modalità DAD. Durante gli incontri, il team di Sophia condivide con gli studenti dei materiali digitali differenziati per le classi medie e superiori.

      Educare Senza Confini prevede due incontri con gli studenti, della durata di 2 ore ciascuno.

      L’organizzazione, i luoghi e\o la piattaforma e la disponibilità di LIM e\o pc e proiettore vengono definiti in dialogo con il docente di riferimento, che di norma è presente durante gli incontri.


      Nelle Classi con Metodo

      Il team di Sophia ha sviluppato la metodologia di lavoro nelle classi Information and Knowledge for Change (IK4C) per provocare un cambiamento nella percezione del fenomeno migratorio da parte degli studenti.

      La metodologia IK4C è stata formulata durante la pluriennale esperienza della Cooperativa Sophia nelle classi e con gli alunni. 

      Con la collaborazione di Erminia Florio, ricercatrice dell’Università HEC di Montréal, Educare Senza Confini e la sua metodologia vengono sottoposti periodicamente ad una valutazione di impatto, che continua ad evidenziare l’efficacia del metodo nel trasferire elementi umani e informativi agli studenti e creare un clima di apprendimento fertile e positivo con ogni studente.

      Grazie alla metodologia IK4C, il progetto Educare Senza Confini si svolge anche nelle scuole del Senegal e della Guinea dal 2020, dove gli studenti vengono formati sul tema della migrazione, sui rischi della migrazione irregolare e sulle vie legali e sicure per partire.

      Contatti

      Per qualsiasi informazione e domanda, consultare le FAQ,
      oppure contattare la segreteria del progetto:

      Telefono: 06 504 2489/331 757 7612
      Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

      Domande frequenti

      Hai domande?

        Test Anti-spam

        Chi è Sophia?

        Sophia è una cooperativa e impresa sociale nata a Roma nel 2013 e progetta e realizza percorsi educativi e di accompagnamento rivolti a giovani, italiani e migranti, di ogni età.

        Ad oggi, Sophia conta 13 soci di tre paesi differenti e opera in Italia e in Senegal.

        Per maggiori informazioni su chi siamo e/o cosa facciamo, puoi visitare il nostro sito, scriverci una mail a sophia@sophiacoop.it oppure venirci a trovare presso la nostra sede in Via Alfonso di Legge, 49 – 00143, Roma, vicino al capolinea della Metro B: Laurentina.

        Che cos’è questo documento?

        Questo documento risponde ai dubbi e alle principali domande che i docenti, i responsabili, i dirigenti scolastici, i genitori e gli alunni hanno più frequentemente posto a noi, il team di Educare Senza Confini sul progetto. 

        Le risposte sono raggruppate per temi: introduzione, adesione, svolgimento, acquisto libro. 

        Se hai una domanda alla quale non abbiamo risposto, in fondo c’è una sezione aperta per inserirla: risponderemo quanto prima!

        Che cos’è Educare Senza Confini?

        Educare Senza Confini è un progetto di Sophia che ha lo scopo di accrescere la conoscenza del fenomeno migratorio in studenti di età compresa fra i 12 e i 19 anni.

        Il progetto, che dal 2014 ha coinvolto, solo in Italia, 9.000 studenti di 100 istituti, è guidato dalla metodologia proprietaria “Information and Knowledge For Change”, la cui efficacia nel provocare cambiamenti nella conoscenza e nella percezione del fenomeno migratorio fra gli studenti è stata dimostrata da uno studio universitario condotto su un campione di oltre 2.000 studenti italiani.

        Educare Senza Confini prevede: 

        • la lettura, da parte degli studenti, del libro “Là non morirai di fame”, che racconta la storia di integrazione in Italia di un migrante del Bangladesh,
        • lo svolgimento di due incontri da due ore ciascuno, in presenza a scuola o a distanza in DAD. In uno dei due incontri, il protagonista del libro risponde alle domande e alle curiosità degli studenti; nell’altro, un formatore esperto di Sophia tiene un laboratorio sui principali dati aggiornati relativi al fenomeno migratorio mondiale, europeo e italiano.

        Il progetto è rivolto a tutte le scuole secondarie di primo e di secondo grado in Italia, pubbliche e/o private.
        Per maggiori informazioni, contatta la segreteria di progetto attraverso uno dei seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        A chi è rivolto Educare Senza Confini?

        Il progetto è rivolto a tutte le scuole secondarie di primo e di secondo grado in Italia, pubbliche e/o private.

        In cosa consiste “Educare Senza Confini”?

        Educare Senza Confini è un progetto educativo per gli studenti che, con la sua metodologia di formazione “Information and Knowledge for Change” ha dimostrato l’efficacia nel provocare cambiamenti nella conoscenza e nella percezione del fenomeno migratorio fra gli studenti.

        Qui è disponibile lo studio universitario che ha attestato l’efficacia del metodo, condotto su un campione di 2000 studenti. 

        Dal 2014 il progetto ha coinvolto 9.000 studenti di 100 istituti di tutto il territorio italiano. 

        Educare Senza Confini prevede: 

        • la lettura, da parte degli studenti, del libro “Là non morirai di fame”, che racconta la storia di integrazione in Italia di un migrante del Bangladesh,
        • lo svolgimento di due incontri da due ore ciascuno, in presenza a scuola o a distanza in DAD. In uno dei due incontri, il protagonista del libro risponde alle domande e alle curiosità degli studenti; nell’altro, un formatore esperto di Sophia tiene un laboratorio sui principali dati aggiornati relativi al fenomeno migratorio mondiale, europeo e italiano.
        Di cosa parla il libro “Là non morirai di fame”?

        Il libro racconta la storia di integrazione in Italia di Dullal Ghosh, giovane migrante economico del Bangladesh.

        Arrivato a Roma nel 2013 senza alcuna relazione e senza conoscere la lingua ma con il solo scopo di aiutare la sua famiglia di origine, inizia a fare il venditore ambulante ai semafori.

        Dopo qualche mese, ricevuto un decreto di espulsione da parte della polizia locale, la sua strada sembra segnata, fino all’incontro con un sacerdote che cambierà la sua vita.

        Scritto da Caterina Amodio, il libro ci accompagna nel difficile percorso di integrazione di Dullal, dal semaforo di una strada a lavoratore regolare e cittadino responsabile, offrendoci una panoramica semplice e mai banale di ciò che è, ad oggi, la realtà di molti migranti che, come lui, arrivano in Europa con il solo scopo di dare una svolta alla loro vita e a quella dei loro cari.

        Lo stile semplice e pulito dell’autrice e il numero di pagine contenuto (pp. 166) rendono questo libro accessibile a studenti sia delle medie che di liceo, a cui viene data l’opportunità di approcciare a un tema così delicato dietro lo sguardo sincero e speranzoso di chi non ha nulla da nascondere, poiché proprio la sincerità e la fiducia nelle relazioni gli hanno permesso di superare ostacoli e confini solo apparentemente impossibili da oltrepassare.

        Il libro “Là non morirai di fame” è disponibile per l’acquisto sul nostro sito, in questa pagina

        Cosa sono gli incontri?

        Gli incontri rappresentano la parte centrale del progetto e si svolgono in classe o in DAD a seguito della lettura del testo “Là non morirai di fame” da parte degli studenti. Ogni incontro ha la durata di due ore. 

        Gli incontri sono pensati affinché lo studente rifletta su più aspetti del fenomeno migratorio attraverso uno stile partecipativo e dialogico, in accordo con la metodologia “Information and Knowledge for Change” che continua a valutarne l’efficacia e l’impatto educativo.

        Un primo aspetto centrale che viene messo in luce è la centralità delle relazioni come reale antidoto alla paura, ai pregiudizi e ai luoghi comuni. Ciò viene raggiunto attraverso l’incontro con il protagonista del libro, che mostra il fenomeno migratorio dalla prospettiva di chi lo ha vissuto in prima persona, dando spazio e rilievo agli studenti con le loro domande e curiosità, a cui il protagonista del libro offre risposta senza nascondersi. 

        Il laboratorio sulla migrazione, invece, ha lo scopo di mostrare allo studente il fenomeno migratorio così com’è attraverso l’esposizione di dati e nozioni oggettive e di farlo riflettere sull’importanza di una conoscenza approfondita e reale di un tema come antidoto all’ignoranza, alla chiusura aprioristica e alla manipolazione delle fake news e dei luoghi comuni. Ciò viene raggiunto attraverso un laboratorio interattivo, durante il quale ogni nozione fornita dal formatore di Sophia è preceduta da una domanda agli studenti con lo scopo di verificare le loro conoscenze e indurli a dei ragionamenti che vadano oltre il mero assorbimento di informazioni.

        Entrambi gli incontri possono essere svolti in presenza a scuola, o a distanza in DAD. In entrambi i casi, per ciascun incontro è preferibile la presenza del docente durante il suo svolgimento al fine di garantire un clima di maggiore serenità.

        Gli incontri possono essere svolti durante tutto l’anno scolastico, da ottobre fino a inizio giugno.

        Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto. Inoltre, dovrà comunicare alla Segreteria di Progetto:

        • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
        • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
        • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
        • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

        La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        Quanto costa il progetto?

        Il progetto è gratuito grazie al sostegno di fondazioni private.

        Per partecipare, ogni studente deve acquistare il libro “La non morirai di fame”, il cui prezzo è di 13 euro a copia.

        Se vengono ordinati insieme 3 o più libri, la spedizione è gratuita. 

        Esiste un numero minimo o massimo di studenti o di classi con cui la scuola o il docente possono aderire al progetto?

        No, non esiste alcun numero minimo o massimo di studenti o di classi. L’interesse ad aderire va sempre comunicato alla segreteria di progetto attraverso uno dei seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        Cosa bisogna fare per aderire al progetto?

        Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per aderire al progetto si dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto.

        Nel frattempo, l’intenzione di aderire e il numero di studenti o di classi che si vorrebbe coinvolgere devono essere comunicati alla segreteria di progetto attraverso uno dei seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        È previsto un modulo di adesione?

        No, non è previsto alcun modulo di adesione. L’adesione al progetto si concretizza nel momento in cui gli studenti coinvolti acquistano il libro.

        Esiste un limite massimo di tempo entro il quale aderire al progetto?

        Dipende da quanto previsto dal singolo istituto scolastico. Normalmente, la propria intenzione di aderire al progetto può essere comunicata alla segreteria di progetto durante tutto l’anno scolastico attraverso uno dei seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        Un docente desidera aderire al progetto con la sua classe, è obbligatorio l’acquisto del libro?

        Si, per aderire al progetto l’acquisto del libro è obbligatorio e ha un costo di 13 euro.

        Un docente desidera aderire al progetto con la sua classe, quante copie del libro deve acquistare?

        Ove possibile, è consigliabile che tutti gli studenti acquistino il libro ai fini di una maggiore efficacia del progetto. Ove questo non fosse possibile, va contattata la segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

        Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
        Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

        Un docente desidera presentare il progetto alla sua scuola, cosa deve fare?

        Dipende da quanto previsto dal singolo istituto scolastico. Normalmente, per presentare il progetto è possibile avvalersi di una presentazione Power Point sul progetto (scaricabile qui) e dei seguenti allegati:

        • La Scheda Sintetica di presentazione del progetto Educare Senza Confini, scaricabile qui. La scheda racchiude le principali informazioni relative al progetto, ovvero obiettivi, destinatari, svolgimento, costi e procedure di adesione.
        • Il CV di Sophia, scaricabile qui. Il CV raccoglie i principali progetti e risultati conseguiti da Sophia in ambito formativo.
        • L’elenco degli istituti che hanno già aderito al progetto.

          I materiali sopra indicati, in virtù della loro semplicità e brevità, sono pensati per favorire una rapida comprensione del progetto e di Sophia.

          Il progetto è valido come PCTO?

          Si, il percorso è idoneo ad essere inserito come proposta nel PCTO e vale 15 ore.

          Se “Educare Senza Confini” non è già inserito nella lista PCTO dell’istituto, bisogna rivolgere al referente dei PCTO del proprio istituto, verificare la compatibilità con quanto previsto e mettersi in contatto con la nostra segreteria attraverso uno dei seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          È possibile richiedere l’inserimento del progetto nel PTOF d’istituto?

          Dipende da quanto previsto dal singolo istituto. Nel caso fosse possibile, è possibile utilizzare i seguenti materiali:

          • La Scheda Sintetica di presentazione del progetto Educare Senza Confini, scaricabile qui. La scheda racchiude le principali informazioni relative al progetto, ovvero obiettivi, destinatari, svolgimento, costi e procedure di adesione.
          • Il CV di Sophia, scaricabile qui. Il CV raccoglie i principali progetti e risultati conseguiti da Sophia in ambito formativo.

          Entrambi i materiali, in virtù della loro semplicità e brevità sono pensati per favorire una rapida comprensione del progetto e dell’ente che lo propone.

          In che periodo dell’anno è possibile svolgere gli incontri?

          Gli incontri possono essere svolti durante tutto l’anno scolastico, da ottobre fino a inizio giugno. Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto.

          Inoltre, dovrà comunicare alla segreteria di progetto:

          • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
          • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
          • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
          • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

          La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Quanti incontri sono previsti per classe?

          Per ogni classe che aderisce al progetto è prevista la lettura, da parte degli studenti, del libro “La non morirai di fame” e lo svolgimento di due incontri, in presenza a scuola o a distanza in DAD, entrambi della durata di due ore:

          • L’incontro con il protagonista del libro
          • Il laboratorio sul fenomeno migratorio.

          È possibile iniziare sia dall’incontro con il protagonista del libro che dal laboratorio. Si ricorda che gli studenti devono aver concluso la lettura del libro prima dell’incontro.

          Quanto dura un incontro?

          Per ogni classe che aderisce al progetto è prevista la lettura, da parte degli studenti, del libro “La non morirai di fame” e lo svolgimento di due incontri, in presenza a scuola o a distanza in DAD, entrambi della durata di due ore:

          • L’incontro con il protagonista del libro
          • Il laboratorio sul fenomeno migratorio.

          È possibile iniziare sia dall’incontro con il protagonista del libro che dal laboratorio. Si ricorda che gli studenti devono aver concluso la lettura del libro prima dell’incontro.

          E’ possibile svolgere gli incontri in DAD?

          Entrambi gli incontri possono essere svolti in presenza a scuola, o a distanza in DAD. In entrambi i casi, è preferibile la presenza del docente durante gli incontri al fine di garantire un clima di maggiore serenità.

          Come può fare un docente per calendarizzare un incontro?

          Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto. Inoltre, dovrà comunicare alla segreteria di progetto:

          • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
          • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
          • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
          • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

          La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Esiste un ordine in cui vanno svolti gli incontri?

          No, è possibile iniziare sia dall’incontro con il protagonista del libro che con il laboratorio. In assenza di precise richieste da parte del docente o della scuola aderenti, l’ordine degli incontri sarà deciso dalla segreteria di progetto. Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto. Inoltre, dovrà comunicare alla segreteria di progetto:

          • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
          • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
          • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
          • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

          La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          È possibile svolgere gli incontri prima che gli studenti finiscano di leggere il libro?

          Sì, ma solamente il laboratorio sul fenomeno migratorio. È comunque preferibile che entrambi gli incontri vengano svolti dopo che gli studenti terminano la lettura del libro. La scelta è rimessa al docente. Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto. Inoltre, dovrà comunicare alla segreteria di progetto:

          • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
          • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
          • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
          • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

          La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Dove si svolgono gli incontri?

          Gli incontri si realizzano a scuola o a distanza in DAD. A scuola, generalmente vengono svolti in classe o in aula magna, in DAD su qualunque piattaforma online. Per selezionare la modalità scelta di svolgimento dell’incontro, il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto e dovrà contattare la segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Chi viene a svolgere gli incontri?

          In osservanza alle norme che regolano gli istituti, Sophia avrà cura di comunicare con anticipo al docente e/o alla segreteria della scuola i nominativi delle persone che verranno a svolgere gli incontri.


          In particolare, l’incontro con il protagonista del libro vedrà sempre la presenza di Dullal Ghosh, il giovane migrante del Bangladesh di cui si parla nel testo. Socio di Sophia, negli ultimi tre anni Dullal ha già incontrato oltre 3.000 studenti per raccontare la sua storia e rispondere alle domande dei ragazzi.


          Il laboratorio sul fenomeno migratorio vedrà, invece, la presenza di un formatore del team di Sophia.
          Per ciascun incontro, è preferibile la presenza del docente durante il suo svolgimento al fine di garantire un clima di maggiore serenità.

          Cosa deve fare la scuola o il docente per preparare un incontro?

          Per preparare un incontro a scuola, è necessaria una lim o un pc con proiettore, altrimenti va contattata la segreteria di progetto.

          Per preparare un incontro in DAD, è necessaria una piattaforma dove svolgerlo, da comunicare alla segreteria di progetto.

          In entrambi i casi, per ciascun incontro è preferibile la presenza del docente durante il suo svolgimento al fine di garantire un clima di maggiore serenità.

          E’ possibile svolgere gli incontri in DAD?

          Si, gli incontri si realizzano a scuola o in DAD. A scuola, generalmente vengono svolti in classe o in aula magna, in DAD su qualunque piattaforma online. Per selezionare la modalità scelta di svolgimento dell’incontro, il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto e dovrà contattare la segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          È necessaria la presenza del docente durante gli incontri?

          Non è obbligatoria, ma per ciascun incontro è preferibile al fine di garantire un clima di maggiore serenità, sia nel caso l’incontro si svolga in presenza che in DAD.

          È possibile per un docente o una scuola accorpare più classi per svolgere un incontro?

          Dipende da quanto previsto dal singolo istituto. Normalmente, è possibile accorpare più classi. Ciò è valido sia per gli incontri a scuola che per gli incontri in DAD. Tale possibilità va comunicata alla segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          È previsto un periodo temporale minimo o massimo che deve intercorrere fra il primo e il secondo incontro?

          No, non è previsto alcun periodo temporale minimo o massimo che deve intercorrere fra il primo e il secondo incontro. Sophia agisce in osservanza alle norme che regolano il singolo istituto scolastico. Per questo motivo, per organizzare un incontro il docente interessato dovrà seguire le procedure richieste dal proprio istituto. Inoltre, dovrà comunicare alla segreteria di progetto:

          • Giorni e orari a disposizione per svolgere l’incontro.
          • La modalità richiesta di svolgimento dell’incontro (in presenza o in DAD)
          • Se in presenza, l’aula dove si svolgerà l’incontro e la disponibilità o meno di LIM o pc e proiettore.
          • Se in DAD, la piattaforma che sarà utilizzata per svolgere l’incontro.

          La segreteria di progetto è contattabile attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Qual è il prezzo di una copia del libro?

          Il libro ha un costo di 13 euro per la scuola che aderisce al progetto e per i genitori degli studenti che partecipano al progetto. 

          Il libro è acquistabile sul nostro sito, cliccando qui. 

          Cosa deve fare il genitore o il docente di uno studente che partecipa al progetto per acquistare una o più copie del libro?
          Per acquistare una o più copie del libro, si richiede anzitutto di fare l’ordine cliccando sul seguente link Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Il genitore di uno studente che partecipa al progetto non desidera comprare il libro, come si fa?

          Ove possibile, è consigliabile che tutti gli studenti acquistino il libro ai fini di una maggiore efficacia del progetto.

          Ove questo non fosse possibile, va contattata la segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          La scuola desidera acquistare i libri per gli studenti, cosa deve fare?
          Se una scuola desidera acquistare il libro, deve inviare una richiesta d’acquisto all’ufficio amministrativo di Sophia attraverso la mail: sophia@sophiacoop.it. L’ufficio, una volta ricevuta la mail, provvederà a fornire alla scuola tutta la documentazione necessaria (il preventivo, il Durc, la fattura una volta ricevuta l’accettazione del preventivo) a far sì che la scuola possa completare l’ordine d’acquisto del libro.
          Il genitore o il docente di uno studente che partecipa al progetto ha ordinato il libro. Come funziona la consegna?

          Per acquistare una o più copie del libro, si richiede anzitutto di fare l’ordine cliccando sul seguente link “Acquista il Libro“.

          Per prima cosa, andrà indicato sull’apposito campo se l’acquisto è “per progetto educativo” o “per uso privato”.

          L’acquisto “per progetto educativo” si riferisce ai genitori degli studenti che partecipano a Educare Senza Confini, ai docenti e alle scuole. L’acquisto “per uso privato” si riferisce a chiunque acquisti il libro per motivi slegati dal progetto Educare Senza Confini.

          A quel punto, andranno compilati i seguenti campi informativi: nome, cognome, CF, cell e mail di chi esegue l’acquisto del libro, scuola e classe dello/degli studente/i che partecipa/ano al progetto, tipologia di consegna (ritiro presso la sede di Sophia o spedizione), eventuale indirizzo di spedizione.

          Compilati tutti i campi e cliccato su “invia l’ordine”, si riceverà alla mail indicata il costo totale dell’ordine (prezzo per copia + eventuale costo di spedizione) e l’IBAN a cui fare il bonifico con l’importo indicato.

          La spedizione della/e copia/e richiesta/e richiede generalmente dai 4 ai 7 giorni lavorativi a partire dalla data di incasso del bonifico. Il ritiro in sede è sempre possibile a partire dalla data di incasso del bonifico (2 giorni dall’invio): la sede di Sophia è a Roma, via Alfonso di Legge 49, 00143 ed è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17.30. Il ritiro in sede è gratuito, la consegna del libro a casa ha un costo, variabile a seconda della zona dell’indirizzo di consegna, da sommare al prezzo del libro nel momento in cui si esegue il bonifico per l’acquisto.

          Nello specifico:

          • 2,50 euro per la spedizione a Roma.
          • 3 euro per la spedizione nel Lazio.
          • 4 euro per la spedizione nel resto d’Italia.

          Per ordini pari o superiori ai 3 libri, la spedizione è sempre gratuita.

          Per ulteriori informazioni, contattare la segreteria di progetto attraverso i seguenti canali:

          Telefono: 06 504 2489 / 331 757 7612
          Mail: progettiscuole@sophiacoop.it

          Cosa bisogna fare se si sceglie l’opzione ritiro in sede?
          Il ritiro presso la sede di Sophia è sempre possibile a partire dalla data di incasso del bonifico (2 giorni dall’invio): la sede di Sophia è a Roma, via Alfonso di Legge 49, 00143 ed è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17.30.
          Quanti giorni ci vogliono per l’arrivo del libro se si sceglie l’opzione spedizione?
          Generalmente, dai 4 ai 7 giorni lavorativi a partire dalla data di incasso del bonifico (2 giorni lavorativi).
          Sono previsti costi di consegna dei libri?
          Il ritiro presso la sede di Sophia è gratuito, la consegna del libro a casa ha un costo, variabile a seconda della zona dell’indirizzo di consegna, da sommare al prezzo del libro nel momento in cui si esegue il bonifico per l’acquisto. Nello specifico:
          • A Roma, la spedizione costa 2,5 euro.
          • Nel Lazio, la spedizione costa 3 euro.
          • In altre regioni, la spedizione costa 4 euro.
          • Per ordini pari o superiori ai 3 libri, la spedizione è sempre gratuita.
          Si può far spedire i libri a scuola?
          Si, è possibile spedire i libri a scuola. A tal fine, in fase di ordinazione del libro, va comunicato l’indirizzo della scuola dopo aver selezionato la spedizione come opzione di consegna.
          Sapreste consigliarmi la modalità migliore per far acquistare il libro dai miei studenti?
          La modalità migliore è un ordine unico di tutta la classe o gli studenti coinvolti, effettuato dal docente o dal genitore di uno studente con spedizione dei libri a scuola come opzione di consegna.

          OLTRE IL PROGETTO:
          Risorse, Esperienze e Idee

          Prof. Mercogliano

          “Il progetto Confini è stato fondamentale per avvicinare gli studenti al complesso fenomeno della migrazione rendendoli più consapevoli e sensibili riguardo a questo tema riuscendo a fugare ogni du…

          Prof. Iannarella

          “Grazie al progetto Confini i miei studenti sono riusciti a capire meglio le dinamiche dietro ad alcuni fenomeni di cui non conoscevano a pieno la portata. Ho riscontrato che i ragazzi avevano migl…

          Prof. Moschella

          “Un percorso di crescita che ci ha aiutato, in questi anni, grazie al dialogo e al confronto con altri, a guardare meglio dentro di noi arrivando a riflettere anche sul tema della vocazione”.

          Prof. Carlesimo

          “Sono sempre disponibile a partecipare al vostro progetto Confini, che quest’anno, in modalità dad, ha avuto un grande successo tra gli studenti delle mie classi. La maggior parte dei ragazzi ha gr…

          Prof. Scorsoni

          La soddisfazione più grande, come docente, non l’ho avuta solamente dal fatto che il percorso interattivo di analisi e studio dell’immigrazione ha portato a due bellissimi progetti realizzati dagli…

          Prof. Mancini

          “Grazie al progetto Confini e alla storia di Mor abbiamo imparato che è possibile sempre trovare una soluzione quando si riesce a lavorare insieme”.

          Chi ci Sostiene

          Sophia Società Cooperativa - Impresa Sociale
          Via Alfonso di Legge, 49Roma (RM) 00143 ITALIA

          P.IVA: 12361831006 | Num. REA: RM - 1368479 | Num. iscrizione Albo Cooperative: A226985
          +39 06 504 2459 |
          sophiacoop.it |

          pur sang logo

          Questo è un sito Pur Sang Advertising
          Qualità nella tua Comunicazione